Navigation

Renzi accetta l'incarico

Keystone

Il segretario generale del Quirinale, Donato Marra, ha dichiarato che il segretario del PD ha detto "sì" con riserva

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 febbraio 2014 - 17:39

Il segretario del Partito Democratico, Matteo Renzi, è arrivato al Quirinale lunedì mattina poco prima delle 10.30 per incontrare il presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano e dopo un colloquio di oltre un'ora e mezza ha ricevuto dal presidente l'incarico per la formazione del nuovo governo. Come annunciato dal segretario generale del Quirinale, Donato Marra, il segretario del PD ha accettato con riserva.

Il 39enne Renzi, che diventa il più giovane capo dell'Esecutivo di un paese dell'Unione europea, è arrivato in anticipo, alla guida di un'Alfa Romeo Giulietta, ed era accompagnato dal capo ufficio stampa del Partito Democratico.

Mentre il leader del PD entrava nel palazzo, un gruppo di manifestanti appartenenti al movimento Fratelli d'Italia, guidati dall'ex ministro Giorgia Meloni, hanno inscenato una protesta al grido "Elezioni, elezioni". Tra gli striscioni esibiti, c'è anche una citazione dello stesso Renzi, che affermava "Non sarò mai presidente del Consiglio senza mai essere eletto".

ANSA/EnCa

Tutte le notizie su www.rsi.ch/infoLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.