Navigation

Raid USA contro covo dell'Isis in Libia

Secondo i media sono morte oltre 40 persone, tra cui la mente delle stragi in Tunisia dell'anno scorso

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 febbraio 2016 - 21:12

L'ideatore delle stragi dello scorso anno in Tunisia è morto in un raid dell'aviazione statunitense in Libia. I bombardieri americani, secondo quanto riferisce il New York Times, hanno colpito un campo d'addestramento dell'Isis a Sabratha, località occidentale a poca distanza dalla frontiera, uccidendo oltre quaranta terroristi (per lo più cittadini tunisini), tra cui il latitante Noureddine Couchane.

Secondo fonti occidentali Couchane è uno dei più influenti dirigenti dello Stato Islamico ed è coinvolto in prima persona nelle stragi del Museo del Bardo a Tunisi e sulla spiaggia di Sousse, in cui morirono complessivamente 62 persone, in prevalenza turisti europei.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.