Navigation

Putin "una pugnalata inferta dai complici dei terroristi"

Crisi internazionale per l'abbattimento avvenuto al confine con la Siria. Mosca accusa "è un atto ostile, la Turchia sostiene l'Isis"

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 novembre 2015 - 20:37

Sono parole fortissime e molto precise quelle usate da Vladimir Putin in merito all'abbattimento di un aereo da guerra russo da parte della Turchia nei pressi del confine turco-siriano.

Un incidente le cui dinamiche sono ancora tutte da chiarire e che certamente complicherà gli sforzi per formare una coalizione mondiale anti-Isis.

Si è appena conclusa una riunione straordinaria del consiglio della NATO a Bruxelles su richiesta della Turchia, che ha convocato gli ambasciatori dei paesi alleati per tentare di chiarire quanto accaduto.

Il commento di Gian Andrea Gaiani esperto di strategia militare e direttore della rivista Analisidifesa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.