Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Prostitute, la Lega guarda alla Svizzera

(tvsvizzera)

Presentati a Roma alcuni quesiti referendari su stranieri e case chiuse.

Regolare la prostituzione ed impedire i concorsi pubblici agli stranieri: questi due dei cinque temi referendari che mercoledì la Lega Nord ha depositato alla Cassazione prima della relativa raccolta firme. "Due proposte sul modello svizzero, mi verrebbe da dire – ha chiosato alla RSI il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini - temi sui quali stiamo lavorando da tempo. Da lombardo e milanese, per ciò che riguarda il quesito della prostituzione, è inutile dire che lo spunto su come operare in futuro per regolamentare questo settore arriva proprio dal Ticino, dalla Svizzera".

Il capo della Lega ha evidenziato che se tale referendum dovesse passare, per essere ricevuto dello Stato italiano dovrà raccogliere almeno 500 mila firme, i suoi effetti potrebbero portare nelle casse italiane 3-4 miliardi di euro in tasse. "Senza contare, ha aggiunto Salvini, che si toglierebbero dalle strade queste donne che potrebbero esercitare in luoghi sicuri e sotto controllo sanitario, come avviene in Ticino".

Ultima battuta il leader padano la concede in merito al voto di domenica scorsa sull'immigrazione ed alla coda di polemiche in arrivo dall'Europa, dove lui svolge l'attività di Europarlamentare. "Trovo triste e meschino quanto sta avvenendo, questi ricatti del tipo "hai fatto goal ed io mi porto via la palla". L'Europa è questa, ogni volta un popolo vota come non piace a lei, si fa la voce grossa, un segno di grande debolezza. Perché – ha concluso – non alzano la voce o picchiano i pugni sul tavolo con L'America o con la Cina?"

Simone Della Ripa

altre notizie su rsi.chLink esterno

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

×