Navigation

Processo Dominque Strauss-Kahn: la sentenza a Giugno

Alla sbarra altre 13 persone, oltre all’ex direttore del Fondo Monetario Internazionale (FMI)

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 febbraio 2015 - 20:55

Si è chiuso venerdì 20 febbraio il processo nei confronti di Dominque Strauss-Kahn, l'ex direttore del Fondo Monetario Internazionale (FMI) accusato, insieme ad altre 13 persone, di sfruttamento aggravato della prostituzione per aver organizzato una serie di festini a luci rosse all'hotel Carlton di Lille tra il 2008 e il 2011. Un'accusa per cui rischiava fino a 10 anni di carcere.

La sentenza è attesa in giugno, ma nei giorni scorsi l'accusa aveva chiesto il proscioglimento di Strauss-Kahn per assenza di prove, sostenendo che nessuno sia in grado di dimostrare che il 65enne usufruisse consapevolmente di un giro di squillo nelle sue serate. Lo stesso Strauss-Kahn ha sempre affermato di non sapere che le ragazze fossero prostitute.

Già nel 2012 negli Stati Uniti l'ex direttore dell'FMI era riuscito a scampare alle accuse di violenza sessuale nei confronti di una cameriera d'albergo grazie a un accordo extragiudiziale con la donna, la quale aveva ottenuto un risarcimento.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.