Navigation

Pontida, pienone del Carroccio e per Salvini

Complice il successo alle Regionali, ma anche segnale di un nuovo corso della Lega; il leader ha parlato di migrazione, accampamenti Rom e governo Renzi

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 giugno 2015 - 21:34

Di migrazione, del governo Renzi e degli accampamenti Rom, ha parlato il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini durante l'annuale raduno del movimento a Pontida, domenica.

Un appuntamento che quest'anno ha fatto il pienone. Complice il successo delle recenti Elezioni regionali, ma certamente anche il segnale del nuovo corso della Lega guidata da un leader ormai indiscusso.

Un cambiamento che si rivela anche dai nuovi gadget in vendita alle bancarelle, dalla scomparsa o quasi di corna vichinghe, e dal continuo spendersi del suo leader fra la folla, contrariamente ai suoi predecessori.

Dal palco, gli oratori si affannano a ripetere che la Lega è sempre quella. Ma la verità percepita è un'altra: un respiro nazionale in netto contrasto con le idee di un Umberto Bossi indispettito e ormai relegato al passato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.