Politica Kamala Harris in corsa per la vicepresidenza degli Stati Uniti

Kamala harris

L'ex procuratrice della California è considerata da molti una "versione femminile" di Barack Obama.

Keystone / Alexander Drago

Il candidato democratico alla presidenza degli Stati Uniti Joe Biden ha scelto come suo numero due per la corsa alla Casa Bianca la senatrice Kamala Harris. In caso di vittoria, diventerebbe la prima vicepresidente nera degli Stati Uniti.

Kamala Harris è stata la prima donna afroamericana a ricoprire gli incarichi di procuratrice di San Francisco prima e della California poi. Nel 2016, l'anno della vittoria di Donald Trump ha raggiunto il Senato americano, schierandosi da subito apertamente contro l'inquilino della Casa Bianca.

Il presidente ha attaccato la californiana definendo "mediocri" i suoi risultati durante le primarie democratiche. Harris si era ritirata dalla corsa alla presidenza già lo scorso dicembre, prima del primo scrutinio. In marzo, aveva dato il suo sostegno a Biden, nonostante in precedenza i dibattiti tra i due democratici si erano fatti a tratti molto aspri.

D'altronde, gli appelli affinché Biden scegliesse una donna afroamericana come numero due si sono recentemente moltiplicati con lo storico movimento di protesta contro il razzismo e la violenza delle forze di polizia accesosi in seguito all'uccisione di George Floyd a Minneapolis.

Se venisse eletto, Biden con i suoi 78 anni, sarebbe il più anziano presidente ad entrare in carica. Ha lasciato intendere che non vuole servire oltre un mandato. La sua vice diventerebbe in questo modo la protagonista delle presidenziali del 2024. Ma prima di poter fare questo genere di ipotesi, il duo democratico dovrà fare i conti con Donald Trump questo novembre.

Il servizio del Telegiornale: 

tvsvizzera.it/Zz/afp/Reuters con RSI (TG del 12.08.2020)

Parole chiave