Navigation

QAnon, una complottista pentita

Una Q che piace a molti supporter di Donald Trump Copyright 2020 The Associated Press. All Rights Reserved

Molte delle persone che lo scorso gennaio hanno fatto irruzione, dopo aver avuto ragione sul servizio d'ordine, a Capitol Hill si erano nutrite delle teorie complottiste che fanno capo a QAnon.

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 febbraio 2021 - 22:04
tvsvizzera/spal con RSI (TG dell'8.2.2021)

Tesi cospirative fantasiose da cui Donald Trump non si è mai distanziato in modo perentorio e che ne alimentano il mito tra i suoi sostenitori.

Proprio sul ruolo avuto dall'ex presidente nella marcia a Washington del variegato popolo della destra americana, che è poi degenerato nell'assalto ai luoghi sacri della democrazia statunitense, si occuperà martedì il Senato.

Il Tg intanto ha incontrato un'ex militante di QAnon, Lenka Perron dell'Illinois, che racconta quello che definisce un incubo da cui è riuscita ad uscire.

Contenuto esterno



Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.