Politica Usa Le elezioni Midterm viste dal Texas profondo


Negli Stati Uniti sta crescendo la partecipazione politica in vista delle elezioni di Midterm. Il 6 novembre i cittadini saranno chiamati a rinnovare l'intera Camera e un terzo dei seggi del Senato. 

Ma le legislative si annunciano soprattutto come un vero e proprio referendum su Donald Trump, chiamato ad affrontare il primo esame dopo due anni di mandato presidenziale. I democratici confidano nella rivincita dopo la cocente sconfitta del 2016 e sperano, alla luce del calo di popolarità della Casa Bianca, di conquistare la Camera bassa mentre al Senato i repubblicani sembrano in grado di resistere.

Del resto, le difficoltà politiche manifestate anche recentemente da Donald Trump sembrano ampiamente compensate dai positivi dati economici che confortano i sostenitori del presidente. 

Per tastare il clima della campagna il Tg è andato a Rocksprings, un villaggio rurale di un migliaio di anime che si trova nel Texas profondo. Qui la popolazione è di rigida fede repubblicana e la contea di Edwards ha massicciamente votato due anni fa, con oltre il 70% delle schede, per il miliardario newyorkese.

Ma nonostante le diffidenze i candidati democratici hanno voluto sfidare l'ostilità dell'elettorato locale e si stanno impegnando a fondo nella speranza di strappare un seggio senatoriale ai rivali. E per farlo hanno messo in campo riconosciuti patrioti con un più o meno glorioso passato nell'esercito. Se sarà stata la strategia vincente ce lo diranno le urne il prossimo 6 novembre.

Parole chiave