Navigation

Pistorius, è "omicidio volontario". Pena di almeno 15 anni

Il nuovo verdetto è stato deciso all'unanimità dai cinque giudici della Corte d'appello di Bloemfontein

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 dicembre 2015 - 15:30

La corte suprema d'appello di Bloemfontein ha accolto la richiesta dal pubblico ministero di giudicare Oscar Pistorius colpevole di omicidio volontario. Secondo il codice penale sudafricano, la pena partirà da un minimo di quindici anni di reclusione.

Nelle sue motivazioni, il giudice della Corte d'appello Lorimer Leachha che ha letto in aula il verdetto, ha detto che Pistorius avrebbe dovuto prevedere l'impatto che avrebbero avuto i quattro proiettili sparati a distanza ravvicinata contro la porta del bagno di casa, dove si trovava la sua fidanzata Reeva Steenkamp.

Pstorius ha ucciso la sua fidanzata Reeva Steenkamp il 14 febbraio 2013 ed è stato condannato in primo grado a cinque anni di reclusione, ma è attualmente agli arresti domiciliari dopo averne passato solo uno in carcere. Lui ha sempre sostenuto di aver sparato credendo che un ladro si fosse introdotto nella sua abitazione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.