Navigation

Parigi si prepara al vertice sul clima

Massima allerta contro il terrorismo

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 novembre 2015 - 21:34

A due settimane dagli attentati del 13 novembre, stanno per arrivare a Parigi i capi di Stato e di Governo di diversi paesi per la Conferenza dell'ONU sul clima (COP 21). Si tratta della più grande sfida degli ultimi decenni per trovare una volta per tutte un accordo per limitare le emissioni dei gas e attenuare così gli effetti del riscaldamento globale.

All'evento non mancherà nessuno, da Barack Obama a Vladimir Putin, dai leader asiatici Xi Jinping e Narendra Modi alla presidente brasiliana Dilma Roussef, fino al capo della Commissione europea Jean-Claude Juncker. L'appuntamento clou è fissato per lunedì mattina, quando il presidente francese Francois Hollande e il ministro degli Esteri Laurent Fabius accoglieranno i capi di Stato e di Governo dei 147 paesi partecipanti per aprire ufficialmente i lavori.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.