Navigation

Papa Francesco ha 30 nuove guardie svizzere

Il giuramento delle nuove guardie si è svolto il 6 maggio

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 maggio 2014 - 21:49

30 nuove guardie svizzere hanno prestato giuramento la mattina del 6 maggio in Vaticano. Adesso, anche loro, fanno parte dell'esercito più piccolo del mondo, composto in totale da 110 militari.

La data del giuramento, il 6 maggio è stata scelta in ricordo del sacrificio di 147 alabardieri che nel 1527 difesero il Papa durante il Sacco di Roma operato dai lanzichenecchi.

Le reclute della Guardia svizzera pontificia hanno giurato alla presenza di familiari, personalità vaticane e autorità civili e militari svizzere.

Ogni recluta ha alzato la destra con le tre dita aperte, simbolo della Trinità. Quello delle guardie svizzere è un giuramento di fedeltà assoluta al Papa, fino all'eventuale sacrificio della vita, e di fedeltà ai cardinali in caso di sede vacante.

Le guardie indossavano la divisa multicolore di foggia rinascimentale, che quest'anno compie cento anni.

Tra le 30 nuove reclute anche 4 emozionatissimi giovani del Cantone Ticino. Guarda il servizio della trasmissione «Il Quotidiano» per conoscere questi 4 nuovi…militari.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.