Navigation

Orfani da dieci anni di Steve Jobs

Steve Jobs mentre presenta l'iphone nel 2007. Keystone / Paul Sakuma


Sono passati 10 anni dalla morte di Steve Jobs, ma il suo mito resta vivo: il cofondatore della Apple resta un simbolo di innovazione e creatività nell'immaginario collettivo.

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 ottobre 2021 - 11:55
tvsvizzera.it/fra

Ha rivoluzionato più volte il mondo dell’informatica, in particolare con le interfacce grafiche che negli anni ’80 si sono imposte come metodo di comunicazione tra macchina e essere umano e mettendo Internet in tasca grazie agli smartphone.

La sua immagine resta attrattiva e lucrativa, con il più volte ripetuto "Stay hungry, stay foolish", libri e film incentrati sulla sua figura, le numerose aste di suoi cimeli.

Nel corso della sua vita Apple è passata dall'orlo del fallimento a valere miliardi di dollari, restando sinonimo di innovazione. Dal 2011, qualche mese prima della morte di Jobs, le redini sono passate a Tim Cook.

Se il successo finanziario non può essere messo in dubbio, con l’azienda che potrebbe superare nei prossimi mesi i 3'000 miliardi di dollari di valore, l'azienda ha perso l’aura di "laboratorio di rivoluzioni". A ogni presentazione di un nuovo prodotto con la mela, fatta da Cook in pieno stile Jobs, si moltiplicano le critiche di mancanza di capacità di innovazione.

Jobs, il film biografico sul Play RSILink esterno

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.