Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Oltre 400 migranti dispersi nel Mediterraneo

Sarebbero per la maggior parte somali, salpati dall'Egitto per raggiungere l'Italia - Altre persone salvate nel Canale si Sicilia

Oltre 400 migranti, la maggior parte dei quali somali, sono dati per dispersi nel Mediterraneo mentre cercavano di raggiungere l'Italia dall'Egitto. Lo scrive il Mail online citando la BBC in arabo, che a sua volta cita media locali.

Secondo il tabloid britannico la maggior parte dei migranti fuggiva da Somalia, Etiopia ed Eritrea. Secondo i media somali, una trentina di loro sarebbero stati tratti in salvo. L'ambasciatore somalo in Egitto ha detto alla BBC in arabo che le vittime sarebbero oltre 400.

Anche il ministro degli esteri Paolo Gentiloni ritiene che queste persone siano naufragate; in parecchie decine sarebbero morte, sostiene il capo della diplomazia italiana.

"Siamo di fronte ad un'ennesima tragedia in mare, come fu il caso per quella al largo delle coste libiche qualche tempo fa", ha aggiunto, sostenendo pure, sulla stessa linea del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che l'Europa "non deve costruire muri ma evitare che si producano simili tragedie".

Frattanto sei cadaveri sono stati recuperati domenica in tarda serata su un gommone carico di migranti diretto verso l'Italia, che si trovava nel Canale di Sicilia, a circa 20 miglia dalle coste libiche. Nel corso dell'operazione, coordinata dalla centrale operativa di Roma della Guardia Costiera, sono state salvate 108 persone, tra le quali cinque donne.

ATS/ANSA/RSInewsLink esterno

×