Navigation

Obama e Castro abbattono l'ultimo muro

L'incontro a porte chiuse è durato un'ora, i due leader d'accordo a Panama sul cambiamento nelle relazioni tra Stati Uniti e Cuba

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 aprile 2015 - 15:01

È durato un'ora l'atteso incontro, a margine del vertice delle Americhe a Panama, tra Barack Obama e Raul Castro. È stato un colloquio schietto e produttivo, nel rispetto delle reciproche differenze, ha commentato il presidente statunitense al termine del faccia a faccia: "Con il presidente Castro siamo pronti a un significativo cambiamento". "I nostri paesi hanno una storia lunga e complicata ma siamo disposti a fare progressi in modo che si sviluppi un'amicizia tra i nostri popoli", ha replicato Raul Castro.

In realtà non sembra esserci stato nessun risultato concreto immediato nell'incontro avvenuto a porte chiuse. Ma in ogni caso sono state poste le basi per la futura normalizzazione delle relazioni diplomatiche tra Cuba e Stati Uniti, che dovrebbe sfociare con la riapertura delle rispettive ambasciate. Riguardo all'embargo USA poi la decisione è nelle mani del Congresso di Washington, a maggioranza repubblicana.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.