Navigation

Obama dirotta su Cuba

Reportage sull'isola caraibica dove è attesa con curiosità e speranza la visita del primo presidente statunitense dalla Revolucion

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 marzo 2016 - 21:47

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama è atterrato all'Avana. Una visita storica, la prima dalla rivoluzione dei barbudos del 1959, che testimonia il nuovo corso delle relazioni diplomatiche tra i due paesi, avviate alla normalizzazione.

L'apertura delle rispettive ambasciate è imminente ma l'embargo per il momento resta, anche perché nonostante gli sforzi di Obama difficilmente la maggioranza repubblicana al Congresso accetterebbe la sua revoca. Ma il nuovo clima lo si respira sull'isola caraibica dove le strade sono tappezzate di manifesti di benvenuto e molti arredi urbani rimessi a nuovo.

E mentre si stringono i primi accordi commerciali molti cubani, uno su dieci, svolgono un'attività privata. Il reportage sull'isola castrista di Andrea Vosti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.