Navigation

Obama chiede 2 miliardi per combattere Zika

I timori causati dal virus stanno portando alcune squadre a considerare la rinuncia ai prossimi giochi Giochi Olimpici

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 febbraio 2016 - 12:58

Il presidente americano Barack Obama ha chiesto al Congresso di sbloccare quasi 2 miliardi di dollari in fondi d'emergenza per la lotta al virus Zika e alla zanzara responsabile del diffondersi del contagio, soprattutto in America Latina. Le autorità brasiliane insistono: Zika è un rischio solo per le donne in gravidanza che, infettate dal virus, rischiano di dare alla luce bambini affetti da microcefalia, una malformazione cerebrale che causa gravi handicap psicomotori.

L'organizzazione mondiale della sanità ha però dichiarato che il virus è un'emergenza sanitaria globale.

Intanto, i timori causati dal virus stanno portando alcune squadre olimpiche a considerare la rinuncia ai prossimi giochi Giochi Olimpici in Brasile.

"Se il virus Zika dovesse diffondersi fino a raggiungere il livello di epidemia, non esporremo i nostri atleti a questo rischio", ha dichiarato il presidente del Comitato Olimpico del Kenya, mentre il suo omologo americano avrebbe lasciato agli atleti libertà di scelta: partecipare o non partecipare ai giochi olimpici in Brasile quest'estate sarà una decisione individuale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.