Navigation

Nigeria, dove sono finite le 200 ragazze?

Scomparse un anno fa, la speranza che le 219 ragazze tornino a casa, come le loro 57 compagne che sono riuscite a fuggire con le loro sole forze, sono sempre più esigue

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 aprile 2015 - 20:29

La Nigeria ha voluto ricordare il primo anniversario del rapimento di oltre 200 ragazze da parte degli integralisti islamici di Boko Haram. E lo ha fatto con una commossa - ma animata - commemorazione per chiedere ancora la loro liberazione come quella delle altre 2000 giovani sequestrate dagli estremisti negli ultimi 16 mesi, tante sono infatte quelle finite nelle mani dei terroristi secondo le stime di Amnesty International.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.