Navigation

New Orleans dieci anni dopo Katrina

L'uragano si scatenò sulla Louisiana uccidendo 1836 persone e lasciandone un milione senza casa; la Città porta ancora i segni della tragedia [REPORTAGE]

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 agosto 2015 - 20:44

Dieci anni fa, l'uragano Katrina si scatenò sulla Louisiana uccidendo 1836 persone e lasciandone un milione senza casa in tutto lo Stato. Una tragedia che nella giornata di giovedì sarà ricordata anche da Barack Obama, che all'epoca era ancora senatore dello Stato dell'Illinois.

Nel corso della sua visita, il presidente parteciperà all'inaugurazione di un centro sociale nel quartiere povero del Lower Ninth Ward, il più devastato da Kathrina. Nel discorso, secondo le anticipazioni della Casa Bianca, sottolineerà come "quello che era iniziato come un disastro naturale è diventato un disastro causato dall'uomo e dal fallimento del governo nel proteggere i suoi cittadini".

In effetti dieci anni dopo Katrina, la città di New Orleans porta ancora i segni della tragedia. Al di fuori delle zone più turistiche, che erano state toccate meno duramente dall'inondazione, la ricostruzione è stata lenta e in alcuni quartieri non è mai ricominciata. Soprattutto nei quartieri più poveri.

Decine di migliaia di persone non hanno mai fatto ritorno alle loro case. Il reportage di Andrea Vosti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.