Navigation

Nessuno stop al riconteggio dei voti in Wisconsin

Respinta la richiesta di interrompere le operazioni ma per il momento non sono emerse irregolarità

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 dicembre 2016 - 16:14

La richiesta di alcuni comitati vicini a Trump di interrompere immediatamente il riconteggio dei voti espressi alle presidenziali di novembre in Wisconsin è stata respinta dai giudici. Ma la vertenza è lungi dall'essere risolta. La loro azione legale infatti va avanti e lo stesso procuratore generale dello Stato intende promuovere un'analoga procedura.

Ma la candidata ecologista Jill Stein, che ha raccolto quasi 7 milioni di dollari per far luce sul contestato esito dell'elezione nello Stato-chiave dove l'8 novembre Clinton e Trump sono rimasti separati da poche migliaia di schede, continua nella sua battaglia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.