Navigation

Missione: salvare tra le onde

MOAS

La storia e gli interventi di salvataggio di MOAS, ONG basata a Malta che nel 2014 ha recuperato 3000 migranti nel Mediterraneo

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 marzo 2015 - 14:52

Salvare vite nel Mediterraneo: è questa la missione dell'Organizzazione non governativa MOASLink esterno-Migrant offshore aid station, che ha sede a Malta ed è dotata di un'imbarcazione di 40 metri, sulla quale si trovano attrezzature mediche, droni, gommoni e una vera e propria équipe medica e paramedica.

Nel suo ufficio de La Valletta, incontriamo Regina Catrambone, che con il marito ha deciso di fondare questa ONG. Si dichiarano loro stessi immigrati: americano lui, fuggito dal suo paese dopo il passaggio dell'uragano Katrina, italiana lei.

La storia, la missione, gli interventi di salvataggio di MOAS nell'intervistaLink esterno di Alessandra Spataro su www.rsi.ch/newsLink esterno.

Continua su www.rsi.ch/newsLink esterno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.