Navigation

Il Messico offre asilo alla carovana dei profughi

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 27 ottobre 2018 - 13:36
tvsvizzera/ats/spal con RSI (Tg del 27.10.2018)

Il governo messicano tende la mano alla carovana di migranti partita nelle scorse settimane dall'Honduras e diretta alla frontiera statunitense.

Enrique Pena Nieto ha infatti offerto permessi di lavoro temporanei ai profughi che faranno richiesta di asilo nel paese centroamericano. I migranti che intendono aderire alla proposta, secondo quanto promesso dalle autorità, otterranno carte d'identità provvisorie, assistenza sanitaria gratuita e istruzione ma tutto questo a una condizione: i richiedenti asilo dovranno infatti impegnarsi a risiedere nei due Stati meridionali Chiapas e Oaxaca.

Dall'arrivo della carovana già 1'700 immigrati hanno depositato domanda d'asilo ma sono ancora molti coloro che non intendono desistere dal loro proposito di raggiungere gli Stati Uniti.

Da parte sua Washington ha fatto sapere che invierà 800 militari al confine con il Messico per impedire l'ingresso dei profughi latinoamericani e mantiene alta la pressione sulle autorità messicane al fine di bloccare la carovana.

Contenuto esterno



 

 

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.