Navigation

Migranti, la Svezia prevede fino a 80 mila espulsioni

Si tratta di richiedenti asilo entrati nel Paese lo scorso anno; la stima si basa sul tasso di accettazione delle richieste finora esaminate: 55%

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 gennaio 2016 - 12:41

La Svezia ha fatto sapere che potrebbe espellere fino a 80 mila richiedenti l'asilo entrati nel paese scandinavo lo scorso anno. La stima si basa sul tasso di accettazione delle richieste finora esaminate, che è del 55%.

Il forte afflusso negli ultimi mesi di migranti dalla Siria, accolti nel 90% dei casi, potrebbe tuttavia portare a un numero di espulsioni più basso.

I rimpatri saranno organizzati con voli charter e ripartiti su più anni, ha spiegato il ministro dell'interno Anders Ygeman. Nel 2015, in Svezia sono state depositate 163 mila richieste d'asilo, la quota più alta d'Europa in rapporto al numero di abitanti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.