Navigation

Migranti, i turisti diventano volontari

Per colmare "mancanze" delle autorità, sempre più privati cercano di aiutare chi arriva sulle isole

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 agosto 2015 - 21:02

Sulle isole greche, nelle ultime settimane, sono sbarcati centinaia di migranti. In un luogo che non è più solo di villeggiatura, i turisti si trasformano in volontari fornendo quell'aiuto che le autorità non riescono a garantire per la mole straordinaria di arrivi.

E gli sbarchi continuano anche in Italia dove, solo nella giornata di domenica sono state condotte 5 operazioni di soccorso durante le quali sono state recuperate 670 persone.

Duro il commento del ministro degli esteri britannico Philip Hammond, il quale ha dichiarato che i migranti in arrivo dall'Africa minacciano lo stile di vita e le infrastrutture sociali dell'Europa. Hammond, riferendosi anche alla crisi di Calais, avrebbe aggiunto che l'unica soluzione al problema sarebbe il rimpatrio di chi non ha diritto all'asilo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.