Navigation

Migranti, arrestati 8 scafisti a Catania

Erano sul barcone in cui sono morte per asfissia 49 persone. Triplicati in luglio gli arrivi in Europa

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 agosto 2015 - 21:06

Otto presunti scafisti sono stati arrestati a Catania e accusati della strage avvenuta a largo delle coste della Sicilia sabato scorso, dove 49 migranti sono morti asfissiati dai gas di scarico nel vano di un un'imbarcazione partita dalla Libia. Le accuse mosse dagli inquirenti, che sono giunti alla loro identificazione grazie alle testimonianze concordanti dei sopravvissuti, sono di omicidio plurimo e favoreggiamento dell'immigrazione illegale. Si tratta di quattro libici, tre marocchini e un siriano. Il più giovane ha 17 anni, il più vecchio 30. Intanto l'ONU ha lanciato l'allarme per la situazione venutasi a creare in Grecia dove nell'ultima settimana sono sbarcate 21'000 persone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.