Navigation

Migranti, 110'000 approdi da inizio anno

Tanti sono gli arrivi in area Schengen secondo l'Organizzazione internazionale per le migrazioni; la maggioranza dei profughi passa dalla Grecia

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 febbraio 2016 - 21:28

L'afflusso di migranti verso l'Europa continua senza sosta. Secondo l'Organizzazione internazionale per le migrazioni (OIM), dall'inizio dell'anno sono oltre 110 mila le persone arrivate nell'area Schengen. La grande maggioranza, oltre 102 mila, è approdata sulle isole greche di Kos, Lesbos e Samos. Il resto in Italia.

L'Alto commissariato dell'Onu per i rifugiati chiede all'Europa un approccio coordinato, criticando le restrizioni in materia di immigrazione decise da paesi come Austria, Slovenia e Macedonia.

Proprio al confine tra Grecia e Macedonia la situazione è tornata a farsi tesa. Lo stop opposto ai migranti provenienti dall'Afghanistan e le nuove più severe regole di registrazione per siriani e iracheni rallenta fortemente il flusso, segnato a più riprese da tentativi di oltrepassare con la forza il filo spinato.

Ai valichi di frontiera si sono così ammassate migliaia di persone, tanto che le autorità di Atene hanno cominciato a sfollare i posti di confine.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.