Navigation

Migranti, è ancora caos a Calais

Nel Mediterraneo, salvati 781 migranti ora diretti a Cagliari

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 settembre 2015 - 13:13

Oltre all'Ungheria, l'emergenza migranti rimane alta anche sul fronte occidentale europeo. È stata l'ennesima notte di caos a Calais, in Francia, dove tutti i treni, in direzione di Londra, sono stati bloccati per la presenza di profughi sui binari. Cinque i treni, già in viaggio, costretti a rientrare nelle stazioni di partenza, sia a Parigi che a Londra. Uno, invece, con centinaia di persone a bordo, è rimasto bloccato tutta la notte nella stazione di Calais-Frethun, l'ultima prima dell'imbocco del tunnel sotto la Manica.

E anche nel Mediterraneo continuano le grandi operazioni di salvataggio. Martedì è stata avvistata una serie di barconi a largo delle coste libiche: in totale, 781 i migranti salvati, tra cui 8 donne incinte, molti bambini, 6 i cadaveri rinvenuti a bordo. Ora le persone salvate sono state imbarcate su una nave mercantile che dovrebbe approdare giovedì al porto di Cagliari.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.