Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Lo scatto che sconvolge il mondo

L'immagine di un bambino siriano morto nelle acque turche sta diventando un atto d'accusa verso l'UE

Si chiamava Aylan, aveva tre anni. Viveva a Kobane, la città tristemente nota perché contesa da mesi dalle forze di Isis e dalle milizie curde. Aylan era fuggito con la sua famiglia. Volevano raggiungere il Canada e ricominciare una vita normale. Invece è morto in mare, e la sua foto sulla spiaggia turca di Bodrum ha fatto il giro del mondo.

Con lui sono morti anche la mamma e il fratellino di 5 anni. Ora il padre vuole tornare a Kobane e riportarvi i loro corpi. A volte la fuga dall'inferno porta solo ad un inferno peggiore.

subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×