Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Livello del Verbano, Ministero dell'ambiente davanti al Tribunale

Il procedimento contro la soglia massima di un metro aggiornato al 25 marzo, il Parco del Ticino chiede la procedura d'urgenza

Il Ministero italiano dell'ambiente è comparso ieri, attraverso i suoi rappresentanti legali, davanti al Tribunale Superiore delle Acque di Roma nell'ambito del procedimento che lo vede coinvolto in relazione ai livelli del Lago Maggiore.

Il Parco del Ticino l'anno scorso aveva infatti ricorso contro la decisione di riportare a 1 metro sopra lo zero idrometrico la soglia massima del Verbano nel periodo estivo (dal 15 marzo al 15 novembre), ritenuta penalizzante per agricoltori, ecosistema e produttori di energia. Per garantire una portata minima del fiume Ticino, regolata dalla diga della Miorina a Sesto Calende, occorre - a detta dei ricorrenti - poter alzare fino a un metro e 50 il Lago, così come proceduto nel corso degli 8 anni di sperimentazione (2007-2014).

Ma a scompaginare le carte in tavola c'ha pensato la famosa lettera dell'Ufficio federale dell'ambiente a Roma in cui nella primavera scorsa si segnalavano oscillazioni inusuali del lago e in seguito alla quale il Ministero italiano competente aveva ordinato il ritorno alla soglia di 1 metro sopra lo zero idrometrico.

Di qui il ricorso del Parco del Ticino che nel corso della prima udienza di mercoledì, nella quale il procedimento è stato subito aggiornato al 25 marzo, ha chiesto una procedura d'urgenza a tutela delle sue ragioni. Oltre a contadini, biotopi e produttori di energia, anche l'Expo di Milano, osserva il vicepresidente del Parco del Ticino Luigi Duse (raggiunto via skype), sarà interessato a deflussi consistenti del fiume, da cui si capterà parte delle risorse idriche per le sue Vie dell'Acqua. Con la Confederazione che per il momento sta alla finestra, in attesa di essere coinvolta nelle forme opportune in vista di una nuova convenzione italo-svizzera sul tema.

Leonardo Spagnoli

subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×