Navigation

Lione, uomo decapitato da sedicente terrorista

Fermato uomo di 30 anni ma se ne cerca un secondo

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 giugno 2015 - 14:25

Ritorna l'incubo terrorismo in Francia: venerdì mattina attorno alle 10, in una fabbrica di bombole a gas a Saint-Quentin-Fallavie vicino a Lione, una persona è morta e diverse altre sono rimaste ferite in un attentato di matrice terroristica. L'aggressore si è qualificato come un uomo dell'Isis, mostrando drappi islamisti.

L'uomo ha fatto irruzione nell'impianto e ha aperto alcune bombole di gas provocando un'esplosione. Poco dopo all'interno del complesso industriale è stato ritrovato un corpo decapitato vicino l'impianto.

Si è subito parlato di attentato, di atto terroristico, ma con il passare delle ore le autorità hanno iniziato ad essere più caute nella definizione della vicenda, i cui contorni rimangono poco chiari.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.