Navigation

Libia, l'Is arretra a Bengasi

Le forze che combattono l'auto-proclamato Stato islamico hanno ripreso una parte di Bengasi. La gente in festa si è riversata nelle strade agitando la bandiera libica che è tornata a primeggiare nella città

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 febbraio 2016 - 12:50

La macchina bellica alleata è in azione. C'è una ricognizione aerea continua, condotta dai droni americani e italiani che decollano da Sigonella; da quelli francesi che perlustrano l'area desertica del Fezzan e da quelli britannici che partono da Cipro.

Nel Paese sembra affievolirsi sempre più la possibilità di mettere in atto il piano delle Nazione Unite, che prevede un governo di unità nazionale per sconfiggere defintivamente l'ISIS. Stati Uniti e alleati europei stanno preparando un piano B per fermare l'espansione del Califfato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.