Navigation

Lega Araba, sì alla forza militare unificata

Lo scopo è contrastare il terrorismo, ma soprattutto bloccare l'influenza sciita in Medio Oriente; intanto nello Yemen i raid proseguiranno a oltranza

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 marzo 2015 - 21:15

Annuncio storico al vertice della Lega Araba Sharm el Sheik, in Egitto: i 22 paesi membri si sono accordati sulla creazione di una forza militare panaraba unificata, come mai era successo in passato se si esclude quella istituita oltre 40 anni fa per la guerra del Kippur contro Israele.

Lo scopo, oggi, è contrastare il terrorismo ma soprattutto di bloccare l'influenza sciita in tutto il Medio Oriente. Un passo che potrebbe essere stato accelerato dalla drammatica situazione nello Yemen, dove -è già stato annunciato- i raid proseguiranno a oltranza. Meno chiaro è invece quando e se scatteranno operazioni di terra.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.