Navigation

La vendetta giordana

Amman continua sulla strada della vendetta e dopo aver bombardato Mosul, il ministro degli esteri ha annunciato che lo stato islamico verrà colpito ovunque e non solo in Siria

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 febbraio 2015 - 16:13

La vendetta della Giordania per la morte del pilota da parte dei miliziani dell'autoproclamato stato islamico è solo all'inizio. Amman ha lanciato un'operazione militare e, solo giovedì, decine di caccia hanno centrato e distrutto postazioni dell'Isis.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.