Navigation

La Macedonia socchiude le porte

600 migranti, soprattutto donne e bambini, sono stati fatti entrare, ma l'emergenza è lungi dall'essere terminata

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 agosto 2015 - 20:35

La Macedonia ha concesso il passaggio dei propri confini a 600 migranti, allentando così la tensione sulla frontiera con la Grecia, sempre più affollata di disperati, dopo la dichiarazione dello stato di emergenza da parte macedone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.