Navigation

La guerra in Siria non è solo Aleppo

I miliziani dell'ISIS sono tornata alle porte di Palmira, la perla del deserto e Patrimonio dell'UNESCO, dove ci sono stati violentissimi combattimenti con le forze governative

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 dicembre 2016 - 15:30

Continua l'offensiva dell'esercito siriano e di Mosca per la riconquista di Aleppo, dove decine di migliaia di civili restano intrappolati. Mentre lo Stato islamico approfitta della concentrazione della battaglia su questo fronte per tornare ad attaccare Palmira, da cui era stato cacciato 9 nove mesi fa.

La guerra in Siria non è però soltanto Aleppo e non ci sono solo l'esercito di Bashar al Assad e i gruppi ribelli. C'è anche lo Stato Islamico, che sembra stia approfittando della battaglia che coagula l'interesse internazionale e le forze in campo per riconquistare la provincia di Homs, ricca di petrolio e sguarnita di soldati che sono partiti per raggiungere Aleppo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.