Navigation

La guerra dei bagni nel Nord Carolina

La legge anti-transgender ratificata di recente obbliga le persone che hanno cambiato a sesso a utilizzare bagni pubblici in base al genere indicato sul certificato di nascita

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 maggio 2016 - 20:20

Negli Stati Uniti la chiamano ormai la "guerra dei bagni". Tutto è nato dalla legge anti-transgender ratificata di recente in Carolina del Nord e che obbliga le persone che hanno cambiato sesso a utilizzare bagni e spogliatoi pubblici in base al genere indicato sul certificato di nascita. Per i difensori dei diritti dei transgender si tratta di una palese discriminazione. E nella polemica è intervenuta anche l'amministrazione Obama, che minaccia - in caso di mancata revoca - di tagliare i fondi federali per le scuole.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.