Navigation

La Francia interviene in Siria

L'ha fatto questa mattina, domenica,  con il suo primo attacco aereo contro un campo di addestramento dell'ISIS

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 settembre 2015 - 20:23

Un'azione autonoma, ha affermato il presidente Hollande, che si inserisce in un momento in cui la comunità internazionale cerca di rilanciare il processo verso una soluzione della crisi siriana.

Senza Bashar el-Assad non si può trovare una soluzione alla guerra in Siria: un assioma che la Russa ripete da tempo e che l'occidente invece respinge. Ma ora, grazie alla crescente presenza militare russa nel paese, l'idea di un dialogo con il regime di Damasco comincia a farsi largo anche tra le potenze occidentali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.