Navigation

La fine della schiavitù diventa festa nazionale negli USA

Contenuto esterno

Il presidente statunitense Joe Biden ha firmato una legge che istituisce come festa federale il 19 giugno, ovvero il giorno che nel 1865 segnò la fine della schiavitù negli Stati Uniti.

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 giugno 2021 - 14:49
tvsvizzera.it/fra con Keystone-ATS

Appena tornato dal suo primo viaggio in Europa, il presidente Biden ha così commentato la deicionse: "Questo è un momento molto importante per la nostra storia. Le grandi nazioni non ignorano mai i loro momenti più dolorosi".

Il provvedimento, approvato all'unanimità al Senato e a larghissima maggioranza alla Camera (415 a 14), arriva in un momento in cui il paese ha riaperto il dibattito sugli indennizzi legati alla schiavitù e acceso i riflettori sulle discriminazioni razziali e sulle brutalità della polizia contro le minoranze, anche se i progetti di riforma sono fermi al Senato.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.