Navigation

La diga di Mosul ristrutturata da italiani

E' stata definita la più pericolosa al mondo. Alta 113 metri e lunga 3,5 chilometri se dovesse crollare metterebbe in pericolo un milione di persone

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 maggio 2016 - 20:30

Un gigante però dai piedi d'argilla, costruito su un terreno instabile che necessita di continue iniezioni di cemento per non crollare. Crollo che metterebbe in pericolo la vita di un milione di persone.

La ristrutturazione è stata affidata ad un'azienda italiana che presto aprirà il cantiere. La zona però è ad alto rischio. La capitale dello Stato islamico è a soli 50 chilometri di distanza.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.