Navigation

L'Egitto risponde all'attacco

Aerei del Cairo bombardano obiettivi dell'IS dopo l'assassinio dei 21 cittadini egiziani copti

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 febbraio 2015 - 15:29

L'Egitto ha bombardato diverse postazioni dell'ISIS in Libia in risposta all'ultimo video pubblicato dai terroristi in cui hanno decapitato 21 cittadini egiziani di fede copta. "Uccisi per il solo fatto di essere cristiani" ha dichiarato Papa Francesco espimendo cordoglio per l'accaduto.

Nel video, lo Stato Islamico ha rivolto minacce anche all'Italia, che nelle ultime ore sta facendo fronte a nuove ondate di migranti che fuggono dalla Libia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.