Navigation

Keiko Fujimori vince in Perù

La figlia dell'ex presidente Alberto è in testa al primo turno delle presidenziali con il 40% delle preferenze. Ma la attendere un ballottaggio difficile a causa dell'eredità paterna

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 aprile 2016 - 12:51

Il primo turno delle elezioni presidenziali in Perù ha visto l'affermazione di Keiko Fujimori. Gli exit poll danno la candidata del centro destra, figlia dell'ex capo dello Stato Alberto in carica dal 1990 al 2000, in ampio vantaggio sui concorrenti. Le proiezioni danno la 41enne in testa alla contesta con all'incirca il 38-40% dei voti. Al secondo turno del 5 giugno prossimo dovrebbe essere confrontata o al 68enne Pedro Pablo Kuczynski oppure alla 36enne esponente della sinistra Veronika Mendoza. Entrambi sono dati attorno al 20-21% con un leggero vantaggio per il primo. I risultati ufficiali sono attesi nel corso della giornata di lunedì.

Nonostante il grande vantaggio, al ballottaggio la Fujimori potrebbe conoscere delle difficoltà a causa del padre. L'ex presidente Alberto Fujimori è ancora in carcere dove sconta 25 anni per le mattanze ordinate agli "squadroni della morte". La popolarità di Keiko Fujimori può sembrare dunque inspiegabile, ma è comprensibile: oggi infatti la situazione economica non è il principale problema dei peruviani, mentre l'aumento dell'insicurezza lo è.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.