Navigation

Italia, Senato verso riforma

L'esame degli emendamenti sulle riforme ha piegato molti fisici robusti foto Ansa

Approvando gli emendamenti si è compiuto un altro passo verso la rielaborazione dell'assemblea

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 febbraio 2015 - 14:37

L'Aula della Camera dei deputati italiana ha terminato sabato notte l'esame degli emendamenti e quindi degli articoli al decreto di legge sulle riforme del Senato. L'ok finale al testo da parte di Montecitorio (il secondo dei quattro passaggi necessari) è atteso entro i primi di marzo.

Sono stati approvati gli ultimi quattro articoli di legge sulle riforme (dal 38 al 41) e relativi al coordinamento, alle disposizioni transitorie e a quelle finali nonché l'articolo relativo all'entrata in vigore delle norme. Per protesta i deputati di centrodestra e altri partiti all'opposizione avevano lasciato l'aula venerdì in serata dopo essersi scontrati, anche fisicamente, con gli avversari politici.

Il via libera agli articoli è stato salutato da un applauso dei deputati del Pd. Il premier Matteo Renzi, presente in aula, dopo la maratona notturna ha detto di ritenere che "a rammaricarsi debbano essere il centrodestra e le opposizioni. Noi andiamo bene così e andiamo avanti".

Red. MM/ANSA/AGI/EnCa

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.