Navigation

ISIS riaccende la battaglia a Kobane

La città siriana era stata persa dallo Stato islamico 5 mesi fa. I combattimenti proseguono

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 giugno 2015 - 15:26

Lo Stato islamico ha ripreso la parte meridionale della città curda di Kobane, in Siria, cinque mesi dopo aver dovuto ripiegare. Lo indica giovedi l'Osservatorio siriano dei diritti umani. I jihadisti hanno anche messo piede a Hassake, città di cui tentano di impadronirsi da un mese.

L'IS veniva da una serie di disfatte e nei giorni scorsi aveva perso la città di Tall Abyad, che permetteva agli estremisti sunniti di far giungere armi e combattenti dalla Turchia.

Il successo a Kobane è stato preceduto mercoledi da un attentato suicida su un ponte controllato dalle forze fedeli al presidente Assad. I combattimenti nella città di confine con la Turchia proseguono: i civili si stanno dirigendo verso nord per cercare di sfuggire al conflitto.

Maggiori info su rsi.ch/newsLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.