Navigation

Intesa lontana tra Bruxelles e Atene

Le parti restano lontane: l'Ue chiede il rispetto degli accordi ed Atene non intende accettare ultimatum

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 febbraio 2015 - 22:11

Sale la tensione tra rappresentanti dell'Unione europea e il nuovo governo greco. Oggi Bruxelles ha confermato ad Atene che entro venerdì si aspetta una risposta definitiva alle sue proposte di risanamento economico e finanziario del paese ellenico. Eurogruppo e Commissione europea hanno ribadito che l'esecutivo di Syriza deve rispettare gli accordi e in particolare il piano di aiuti europei, con annesse condizioni. Tsipras da parte sua ha dichiarato che non intende accettare ultimatum. A pesare sulle discussioni anche la raffigurazione caricaturale del ministro tedesco delle finanze Schäuble sulla stampa greca vicina a Syriza con tenuta nazista.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.