Navigation

Tregua tra Ue e AstraZeneca sui vaccini

Keystone / Johanna Geron / Pool

9 milioni di dosi aggiuntive del vaccino anti-Covid nel primo trimestre per i paesi dell'Unione europea. Tra Ue e AstraZeneca c'è così stato un riavvicinamento dopo il muro contro muro dei giorni scorsi.

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 febbraio 2021 - 16:34

Una buona notizia per l'Europa, anche se la nuova offerta resta inferiore alle attese. Comunque rappresenta un passo avanti rispetto all'annunciato taglio del 60% delle prime forniture, per problemi di produzione, che aveva fatto infuriare Bruxelles. 

AstraZeneca dunque consegnerà 9 milioni di dosi aggiuntive nel primo trimestre (40 milioni in totale) rispetto all'offerta dell'ultima settimana e inizierà la distribuzione una settimana prima rispetto a quanto programmato. Inoltre la compagnia amplierà anche la sua capacità di produzione in Europa".

La notizia è giunta da un tweet della presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen dopo aver incontrato i Ceo delle aziende farmaceutiche, con cui la Commissione ha firmato accordi di acquisto di vaccini contro il Covid-19.

Con questa fornitura aggiuntiva di AstraZeneca, l'Unione europea mantiene il suo obiettivo di vaccinare il 70% della popolazione adulta entro la fine della prossima estate. Parole dei Ursula von der Leyen, questa volta rilasciate alla tv tedesca Zdf.

Il servizio del telegiornale:

Contenuto esterno


tvsvizzera.it/fra con RSI


Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.