Navigation

Il Senato assolve Trump

La seduta del Senato in cui si è dibattuto l'impeachment contro l'ex presidente USA Copyright 2021 The Associated Press. All Rights Reserved

Sette repubblicani votano contro il loro ex presidente ma i numeri non sono sufficienti per condannarlo per incitamento all'insurrezione.

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 febbraio 2021 - 08:44
tvsvizzera/ats/spal con RSI (TG del 14.2.20219

Donald Trump supera indenne anche il secondo processo di destituzione nei suoi confronti. Il Senato statunitense lo ha infatti assolto dall’accusa di incitamento all’insurrezione per l’attacco al Campidoglio del 6 gennaio. Nel voto finale 57 senatori si sono espressi a favore della sua condanna, tra cui 7 repubblicani, ma erano necessari 67 voti.

Il voto è arrivato al termine di una quinta giornata di processo confusa. A sorpresa i rappresentati democratici dell’accusa avevano chiesto la possibilità di chiamare dei testimoni, in particolare una senatrice repubblicana su una telefonata a Trump nel corso dell’assalto in cui un collega di partito chiedeva all’ex presidente di intervenire per calmare le acque.

Contenuto esterno

Richiesta accolta dopo un voto serrato alla quale la difesa ha risposto avanzando la possibilità di chiamare a sua volta decine di testimoni. Dopo un’interruzione della seduta e una trattativa tra le parti è stato deciso di mettere la testimonianza agli atti senza chiamare testimoni in aula.

Dopo l’assoluzione, Trump ha dichiarato che il processo è stato parte “della più grande caccia alle streghe nella storia del Paese” e ha promesso di continuare a difendere gli Stati Uniti.

Il leader dei democratici al Senato ha invece definito il voto un’infamia, mentre il capofila dei repubblicani, Mitch McConnell, dopo aver votato per l’assoluzione, ha detto che l’ex presidente è responsabile, moralmente e nei fatti, di quanto successo il 6 gennaio, ma ha giustificato il suo voto contro la condanna sostenendo che il Senato non è competente per giudicare un ex presidente.

La corrispondenza da Washington.

Contenuto esterno

tvsvizzzera/spal con RSI (TG del 14.2.2021)

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.