Navigation

Il Papa in Uganda

Parole d'apprezzamento per l'accoglienza riservata ai molti profughi ospitati dal paese africano

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 novembre 2015 - 20:50

Il modo col quale il mondo tratta i migranti è indicativo della nostra umanità e della nostra solidarietà, ha dichiarato venerdì il Papa, reduce dalla tappa in Kenya e appena giunto a Entebbe, dove si trova il più grande aeroporto dell'Uganda, oltre che la sede della presidenza.

Francesco ha quindi lodato popolazione e autorità di questo paese dell'Africa orientale per l'accoglienza che hanno saputo dare agli oltre 500'000 rifugiati presenti sul territorio nazionale.

Rivolgendosi ai membri del Governo e al capo dello Stato Yoweri Museveni, il Pontefice ha detto di sperare, con la sua breve visita, d'incoraggiare gli sforzi in favore di poveri, malati e di chi, in qualche modo, si trova in difficoltà. "Sono questi piccoli segni che danno un'idea della vera anima di un popolo", ha sottolineato.

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?