Navigation

Il Papa ad Auschwitz

È un capitolo nero dell'umanità, non ci sono parole per descriverlo. Proprio per questo il pontefice ha scelto di non fare discorsi e durante la sua visita regna il silenzio

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 luglio 2016 - 20:42

Continua la visita in Polonia di Papa Francesco e la sua tappa più toccante ai campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau, dove furono uccise un milione e mezzo di persone.

Una visita segnata da momenti di silenzio e dall'incontro con alcuni sopravvissuti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.