Navigation

Il geologo: "fuori luogo incolpare la natura"

È incominciata a Milano la conta dei danni del maltempo; per i cittadini dei quartieri allagati è solo il riproporsi di un problema mai risolto

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 novembre 2014 - 23:18

Nel nord Italia, in queste ore, le acque stanno defluendo ma gli sfollati sono ancora numerosi. La conta dei danni è iniziata anche a Milano dove non mancano le polemiche per la gestione dell'emergenza e per le vasche di laminazione per lo sfogo del fiume Seveso, mai costruite.

I maggiori pericoli si corrono però nella zona prealpina, dove ci spostiamo con il nostro esperto, intervistato da Nicoletta Gemnetti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.