Navigation

Il Bataclan riparte da Sting

Parigi vuole andare avanti, ma senza dimenticare le 130 persone morte un anno fa. I loro nomi figurano sulle targhe - poste in tutti i luoghi degli attentati

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 novembre 2016 - 21:04

Ieri sera - a un anno dalle terribili mattanze del terrorismo - il Bataclan ha riaperto i battenti ed ha ricominciato da dove ci si era fermati, dalla musica rock che ha riempito e affollato proprio il teatro-simbolo in cui moririno 90 persone. L'inizio di una nuova vita che è stato anche l'inizio delle cerimonie - ufficiali ma sobrie - che anche stamattina hanno commosso Parigi.

Così ieri sera, prima la semplice frase "onoriamo i morti, ricominciamo la vita". Poi, un minuto di silenzio. E poi le note di Fragile, la canzone con cui Sting ha iniziato il suo concerto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.